Momenti quotidiani

Come radersi la barba al meglio


Sembra un gesto semplice e spontaneo, invece anche questo può nascondere numerosi trucchi ed insidie. Bisogna perciò imparare a radersi la barba nel modo migliore, per avere un aspetto più curato e soprattutto per considerare questo un rituale adatto anche, magari, per rilassarsi e per ritagliarsi un po’ di tempo per se stessi.

In primo luogo i trucchi della rasatura possono variare molto in base alla lunghezza della barba: non ci sarà bisogno di prestare chissà quali attenzioni se radiamo la barba una volta alla settimana e quindi è sempre molto corta, ben diverso il discorso se l’abbiamo fatta allungare molto e vogliamo evitare di provocarci dolore o di fare tagli sbagliati di cui poi potremmo pentirci.

Se la barba è molto lunga, un trucco che non molti conoscono riguarda il fatto che, prima di utilizzare il rasoio regolabarba, dovremo prima tagliare la barba il più possibile mediante l’utilizzo della forbice. Dopo averlo fatto potremo passare ad utilizzare direttamente il rasoio per rifinire tutti i dettagli.

Una cosa di cui non bisogna assolutamente fare a meno è la schiuma da barba, che serve per idratare leggermente la pelle e per evitare che ci siano, dopo, raschi e irritazioni; serve anche per rendere i peli più morbidi e facilitarne l’eliminazione, quindi è una cosa che non dobbiamo assolutamente tralasciare o ritenere superflua, al contrario è fondamentale nelle procedure della rasatura.

Bisogna tagliare la barba nella direzione in cui crescono i peli ma, se si desidera fare un lavoro completo da vero e proprio salone di bellezza, dovremo innanzitutto eliminare gran parte della  barba seguendo la direzione, in seguito risciacquare il volto dalla schiuma, poi riapplicarla e ricominciare la rasatura ma rigorosamenre in contropelo. Così vedremo immediatamente i risultati di una pelle più idratata, più bella e senza più nemmeno un pelo.

Se il nostro rasoio è di una qualità sufficientemente elevata, non ci sarà bisogno di premere eccessivamnte sull’area che intendiamo radere. Se lo facessimo, correremmo il rischio di provocarci irritazioni e altri problemi alla pelle. Da considerare anche l’idea di spalmarci, dopo aver completato tutte le procedure sopra indicate che sono assolutamente necessarie, anche un dopobarba idratante magari della stessa marca e dello stesso profumo della schiuma da barba, in maniera tale da fare un lavoro molto semplice e completo.

Se ci raderemo  la barba in questo modo, sicuramente i risultati saranno ottimi ma non dimentichiamo che a giocare un grande  ruolo è il rasoio da barba che dev’essere di alta qualità.

Momenti quotidiani

L’amore non è bello se non è litigarello!

Buonasera!

Ho avuto delle settimane abbastanza piene, quindi non ho potuto dedicare del tempo al Blog ma…I’m back!

In questo periodo sto lavorando veramente tanto, soprattutto per quanto riguarda ambienti esterni come giardini, porticati e patii. Nonostante la bella stagione sia ormai praticamente arrivata, sembra che ci siano sempre gli ultimi ritardatari sull’organizzazione delle cose! Naturalmente non mi lamento ma comunque questo sembra essere un periodo di fuoco, ho dovuto dimenticarmi anche delle mie amate corse all’aperto!

Immagino che però ora vi starete chiedendo il perché questo post abbia un titolo del genere se poi parlo di lavoro 🙂 . La motivazione è semplice! Ero a casa con pentola induzioneAdelaide e stavo lavorando ad un progetto per un pergolato dotato di cucina.
Fra le varie idee ed ispirazioni, mi è venuto in mente che sarebbe stato funzionale consigliare al Cliente di dotarsi di piastre a induzione piuttosto che un piano cottura vero e proprio così da ridurre al minimo la manutenzione e poter smantellare tutto una volta arrivato l’inverno.

Andava tutto normalmente, finché con Adelaide non ci siamo lanciati in una discussione su quali pentole avrebbero potuto meglio seguire le esigenze di una piastra ad induzione 😀 .
Siccome a casa utilizziamo con estrema soddisfazione una batteria di pentole Bavaria, la mia compagna non ha avuto dubbi che questa potesse essere la scelta migliore. Per quanto fossi d’accordo con lei, ho comunque cercato alternative qualitativamente valide così da poter dare al Cliente una rosa di prodotti fra i quali scegliere secondo i suoi gusti e le sue esigenze.

E’ qui che mi è venuto in mente che qualche tempo prima avevo visto in TV le pentole Stoneline, le quali mi avevano colpito per l’aspetto bello e particolare visto il fondo rivestito in resina antiaderente con microparticelle di pietra. Non l’avessi mai detto!
Tradizionalista e affezionata alle sue esperienze, Adelaide si è subito opposta ad una proposta del genere continuando strenuamente a lottare per il marchio che noi utilizziamo quotidianamente.

Quello che era cominciato come un classico pomeriggio casalingo, si è quindi trasformato in un infantile battibecco su quale pentola fosse la migliore! 😀 Più divertito che irritato dalla situazione, mi sono divertito a stuzzicarla cominciando a proporre le idee più disparate, da prodotti di ottima qualità come le pentole AMC a quelle sponsorizzate da Giorgio Matrota in TV.
La mia provocazione ha fatto si che il clima, inizialmente a rischio incendio, si calmasse e finisse in una schermaglia divertente fra noi.

Come già detto adoro la mia compagna e forse, mi innamoro ogni giorno di più proprio in momenti del genere, quando basta una nonnulla per strapparle un sorriso e divertirmi un po’ con lei!
Ah, l’AMORE! 🙂